La tecnica di corsa. - EquipeRun
Equiperun è la prima running company italiana nata per aiutare i podisti a correre in sicurezza e sviluppare il proprio potenziale.
personal trainer runner podisti firenze roma, allenamento personalizzato runner podisti firenze roma, check-up atletico runner podisti firenze roma.
20391
post-template-default,single,single-post,postid-20391,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

La tecnica di corsa.

La tecnica di corsa.

La tecnica di corsa.

La tecnica di corsa è uno degli elementi fondamentali che tutti i podisti dovrebbero curare. Il saper correre vi permetterà di gestire le vostre energie al meglio, evitare inutili infortuni e migliorare la vostra sensazione di fatica durante l’allenamento e/o la gara. Si può decidere di lavorare in maniera specifica sulla seduta allenamento attraverso le classiche prove ripetute, i progressivi, i lunghissimi ma ciò di cui non si può fare a meno è avere una tecnica di corsa che sia il più efficace ed efficiente possibile.

 

Chi come me viene dalla pista sa perfettamente che il correre su strada è totalmente diverso. Basta vedere una qualsiasi gare di atletica leggera per comprendere perfettamente che la loro tecnica di corsa è incentrata sulla spinta, sull’utilizzo importante sia delle gambe che delle braccia proprio perché l’obiettivo è sviluppare la massima potenza in breve tempo. Solitamente le gare in pista vanno dai 100 m fino ai 10.000 m e le velocità che gli atleti hanno sono molto elevate rispetto a quelle dei podisti classici.

 

Solitamente il podista corre mediamente tra gli 8 e i 10 chilometri a seduta di allenamento e già questo è un elemento che ben fa comprendere come le due attività viagginao su due linee parallele. Mentre in passato ci si dedicava ad una spinta verso l’alto delle ginocchia e ad un utilizzo importante delle braccia oggi tutto ciò non avviene. Il movimento deve essere fluido senza eccessivi ed inutili azioni che andrebbero ad aumentare il consumo di energia.

 

L’azione di corsa deve essere incentrata su una spinta rivolta verso l’avanti basso e non verso l’avanti alto come avviene in atletica. Ciò permetterà al corpo di non avere quelle sollecitazioni e quegli impatti con il suolo che sono una delle cause di infortunio nel podista. Molte volte sento tra i corridori queste affermazioni: “sento che non corro bene ma non so come modificare la mia tecnica” oppure  “mi sono visto nel video/foto della gara ed ero tutto storto”. La risposta sta nel ricercare ed aver voglia di apprendere una tecnica di corsa adeguata. Solo attraverso la ripetizione di esercizi e gesti specifici fino alla propria automatizzazione potrete migliorare il vostro modo di correre resettando il modo in cui avete corso fino a quel momento. Bisogna tener presente che lavorare sulla tecnica di corsa e più veloce nei giovani rispetto ad una persona adulta ma imparare a correre bene non ha età e lo si può fare in qualsiasi momento. Non esiste soltanto la tecnica in pianura ma bisogna saper correre anche in salita e in discesa.

Solitamente si ha molta più difficoltà nell’affrontare le discese e per esperienza professionale posso garantirvi che la maggior parte dei podisti corre con il il cosiddetto “freno a mano tirato”. Vedrete che se saprete correr bene vi sentirete “leggeri” , fluidi e riuscirete a mantenere gli stessi ritmi di corsa con una facilità ed una frequenza cardiaca minore. In sintesi correre bene vi permetterà di migliorare sia sui tempi che sul benessere.

 

PRENOTA LA TUA VISITA INDIVIDUALE

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Post a Comment