TEST DEL LATTATO EMATICO NELLA CORSA SU STRADA - EquipeRun
Equiperun è la prima running company italiana nata per aiutare i podisti a correre in sicurezza e sviluppare il proprio potenziale.
personal trainer runner podisti firenze roma, allenamento personalizzato runner podisti firenze roma, check-up atletico runner podisti firenze roma.
20522
post-template-default,single,single-post,postid-20522,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

TEST DEL LATTATO EMATICO
NELLA CORSA SU STRADA

TEST DEL LATTATO EMATICO
NELLA CORSA SU STRADA

TEST DEL LATTATO EMATICO NELLA CORSA SU STRADA.

Questo test da campo si basa sull’andamento delle concentrazioni di lattato del sangue in funzione della velocità di corsa. Esso è sicuramente più preciso ma anche più complesso visto che viene richiesto il prelievo del sangue, la presenza di personale specializzato e l’esecuzione di un esame che necessita di apparecchiature che di solito non sono comuni.

Questo test consiste nel far eseguire un certo numero di ripetute, che di solito sono almeno quattro, su una distanza fissa e a velocità costante. In ogni prova successiva, la velocità d’esecuzione aumenta e ad ogni fine prova viene prelevata una piccola quantità di sangue dal lobo dell’orecchio o dal polpastrello di un dito per effettuare la misurazione della concentrazione del lattato.

I dati ricavati vengono riportati su un grafico che permette la costruzione e la visualizzazione di una curva che va a descrivere l’andamento del lattato in funzione della velocità di corsa.

Normalmente le prove vengono effettuate su una distanza di 2000-3000 metri; l’utilizzo di distanze maggiori determinerebbe una diminuzione del numero delle prove. È inoltre fondamentale la variazione di velocità tra le varie esecuzioni: per un corretto svolgimento ci deve essere un aumento di circa 0,15-0,30 km/h pari a 2,5-5 secondi per chilometro. Per il giusto mantenimento della velocità viene utilizzato, lungo la pista, un segnale acustico che detta il ritmo esatto da mantenere.

Il test del lattato ematico oltre a prevedere il tempo di gara, può essere utilizzato per indirizzare l’allenamento e per valutare gli effetti di un certo periodo di preparazione. Sapendo che la velocità corrispondente ad una concentrazione di lattato pari alle 4 mmol/litro è quella della soglia anaerobica, si può notare che quando il lavoro viene svolto correttamente e la preparazione è stata quella giusta, si ha una diminuzione delle concentrazioni di lattato alle stesse velocità.

Buon allenamento.

 

RICHIEDI IL TUO PROGRAMMA PERSONALIZZATO

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Post a Comment