correre-in-sicurezza-firenze-corsa-in-compagnia-roma-strada
Equiperun è la prima running company italiana nata per aiutare i podisti a correre in sicurezza e sviluppare il proprio potenziale.
personal trainer runner podisti firenze roma, allenamento personalizzato runner podisti firenze roma, check-up atletico runner podisti firenze roma.
20416
post-template-default,single,single-post,postid-20416,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.7.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
 

Correre in sicurezza

Correre in sicurezza

Correre in sicurezza.

Ecco a voi alcune informazioni per correre in sicurezza. Vi permetteranno di condividere la strada con automobilisti, motociclisti, ciclisti e pedoni, evitando di incorerre in spiacevoli incidenti. Regole semplici, per alcuni sicuramente già conosciute ma, che, per chi come me, insegna a correre, sono fondamentali.

  1. CORRERE CONTROMANO:

La prima regola che bisogna tener presente è “correre nella direzione opposta a quella delle macchine”. Quindi, eccezione fatta per le strade del Regno Unito, dobbiamo correre a sinistra! Questo è l’unico modo per farsi vedere in tempo utile dalle macchine che sopraggiungono e, soprattutto, controllarle nel momento in cui si avvicinano. Vedere la macchina in arrivo vi permetterà di prevenirne eventuali distrazioni.

  1. LA CURVA:

La curva per i corridori è sempre molto insidiosa. Esistono due tipi di curva: la curva aperta e larga per cui non ci sono particolari indicazioni in quanto c’è sempre una buona visibilità sia per la macchina che per il corridore. Ovviamente restando valida la regola 1. La curva chiusa e stretta invece è una curva “buia” per chi guida e per chi corre. In questo caso dovrete “anticipare la curva” cioè attraversare la strada prima della curva stessa per correre sempre nella parte più esterna e visibile e, SOLO IN QUESTO CASO, nella stessa direzione delle macchine. In questo modo affronterete la curva in piena sicurezza.

  1. FUORI DAI CENTRI ABITATI O SE IL MARCIAPIEDE E’ INESISTENTE:

Quando si corre su strada, soprattutto al di fuori del centro abitato, in cui non ci sono marciapiedi o piste ciclabili disponibili, il consiglio è di mantenersi sul bordo esterno della strada. Solitamente si corre sulla linea esterna della carreggiata per poi, spazio permettendo, spostarsi ancora più all’esterno nel momento in cui si incrociano gli autoveicoli. Quando la strada è libera, meglio correre sulla linea esterna o leggermente all’interno della corsia, in modo da evitare eventuali sconnessioni del manto stradale con il rischio di distorsioni.

  1. PISTA CICLABILE:

Sulla pista ciclabile potremmo aprire un lungo dibattito. Il consiglio è comunque di correre sulla linea di mezzeria tra la pista ciclabile e quella pedonale rispettando entrambe e comunque prestando sempre molta attenzione.

  1. ATTRAVERSAMENTI PEDONALI:

Sembra un elemento banale ma, molte volte insidioso. Ci si può trovare su un attraversamento pedonale con parte di esso occupata da una macchina in movimento. In questo caso bisogna sempre passare DIETRO la macchina. Questa regola vale ogni volta che dobbiamo evitare una macchina in cui l’automobilista deve prestare attenzione al traffico e necessariamente non presterà attenzione a noi.

  1. LAMPADA FRONTALE:

E’ una delle attrezzature fondamentali che il corridore deve possedere. Per alcuni sicuramente non è comoda e nemmeno bella ma, in assoluto, è tra le cose più importanti per la propria sicurezza. La lampada frontale è, insieme ai catarifrangenti, l’elemento che vi permetterà di essere visibili sulla strada, agli incroci e ovunque voi stiate correndo. Molte volte l’errore è di utilizzarla solo quando si corre in posti bui o con scarsa visibilità. La lampada va portata al contrario anche quando si corre in città e con l’illuminazione stradale in funzione. Sarete più visibili e più chiaro sarà il vostro movimento per gli automobilisti.

  1. CATARIFRANGENTI (giubbino o fasce rifrangenti):

Insieme alla lampada frontale sono indispensabili durante la corsa in notturna. Solitamente l’abbigliamento tecnico da running è già fornito di catarifrangenti ma, vi consiglio di integrare con delle fascette morbide da posizionare sulle caviglie come quelle solitamente utilizzate dai ciclisti.

Buona corsa.

Vi aspettiamo a Firenze, Roma o in giro per l’Italia per correre con noi.

RICHIEDI IL TUO PROGRAMMA PERSONALIZZATO

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Post a Comment